Allegri: Contro l'Inter è stata una delle partite più brutte a livello tecnico degli ultimi 30 anni.Sotto l'aspetto tecnico abbiamo sbagliato molto.

Contro l'Inter è stata una delle partite più brutte a livello tecnico degli ultimi 30 anni. Dopo il gol di Alex Sandro ci siamo fatti due reti da soli, senza togliere i meriti all'Inter. Sotto l'aspetto tecnico abbiamo sbagliato molto. Non è una partita giocata male a farci cambiare idea perché dimostreremmo insicurezze. Nel corso dell'anno però la squadra dovrà essere in grado di cambiare modulo per adattarsi alle caratteristiche dei giocatori. Il modulo? Se una partita giocata male toglie tutte le certezze che abbiamo vuol dire che stiamo sbagliando strada». Sono le parole di Massimiliano Allegri nella conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Cagliari, gara della quinta giornata di Serie A.

BENATIA E KHEDIRA - L'allenatore fa il punto sulle condizioni dei singoli: «Le condizioni di Benata saranno valutate nei prossimi giorni, domani gioca Rugani. Khedira? Non giocava sette partite di fila da tanto tempo e ora ha bisogno di recuperare».

PJANIC - Sulla posizione in campo di Miralem Pjanic, Allegri è deciso: «Si sta creando un problema sul ruolo di Pjanic. Con la Bosnia Pjanic gioca nei due di metà campo, lo ha fatto anche nella Roma con Spalletti. Pjanic non è una mezzala classica che si inserisce, che apre il campo, che copre 50 metri, è un giocatore straordinario vicino all'area e secondo me domenica ha fatto una buona partita perché ha giocato con buona personalità e soprattutto si è districato molto bene nel secondo tempo quando l'Inter ci metteva pressione. Quindi va sfruttato per le caratteristiche e le qualità che ha».

RISPETTO PER HERNANES - Il tecnico chiede ai tifosi di non fischiare Hernanes: «Hernanes va aiutato. In casa non può succedere, con tutto il rispetto che posso avere per i tifosi, che appena lo metto in campo viene fischiato. È un giocatore che l'anno scorso ha dato come tutti gli altri e merita rispetto. Ho quattro centrocampisti, visto che domani Khedira quasi sicuramente recupererà, in mezzo a questo sceglierò i tre, a meno che non decida di far giocare alla mezz'ala Cuadrado, Dani Alves o Alex Sandro».

DYBALA - Sul momento di Dybala, Allegri si dice ottimista: «Dybala domenica ha fatto una buona partita. Gli manca il gol in questo momento, deve rimanere sereno, può capitare. Per lui quest'anno è molto importante, perché l'anno scorso ha fatto un anno in crescendo, quest'anno all'inizio ha trovato delle difficoltà. Lui deve rimanere sereno e tranquillo, è un giocatore straordinario, quindi non ci sono problemi».


CI VUOLE CALMA - Nessun dramma dopo la prima sconfitta stagionale: «Dopo le prime quattro partite pensavo che avremmo avuto 5 o 6 punti. Ne abbiamo 9, quindi siamo sopra la media. L'obiettivo della Juventus è migliorare sé stessa sul piano del gioco, far crescere i giocatori, e arrivare a marzo ad essere competitivi nelle tre competizioni. Il campionato si vince a maggio, non lo vinciamo e non lo perdiamo ora. Ci vuole calma».