Marotta:Non dobbiamo nasconderci dietro all'episodio che ci ha penalizzato,Il campionato è aperto a diverse squadre.

Giuseppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, intervenuto in conferenza stampa, è tornato sulla sfida di Milan-Juventus ed ha sentenziato che per i bianconeri l’arbitraggio sbagliato in occasione del gol regolare di Miralem Pjanic non è un alibi. Per l’ad il campionato è lungo ed è assolutamente aperto alle dirette inseguitrici e nel mercato estivo per fortificare la rosa pagamento le clausole rescissorie sono riusciti ad accaparrarsi Pjanic e Higuain, anche se ciò ha fatto storcere il naso a tanti perché questa modalità in Italia non è molto diffusa e gradita. Di seguito le sue dichiarazioni: “Tornando a Milan-Juventus, non possiamo nasconderci dietro alibi come quello dell’arbitraggio. Il risultato finale del campionato è aperto a diverse squadre, e il torneo è molto lungo, siamo in fase interlocutoria”.

“In estate abbiamo sfruttato un’opportunità sul mercato, prendendo Higuain con una clausola rescissoria, consolidata all’estero, specialmente in Spagna. Tra quella di Pjanic e quella di Higuain c’erano differenze in diritto, questo dimostra che non sia una pratica consolidata e ben recepita in Italia. E’ uno strumento moderno”.