Spalletti: Alla Juventus manca la quadratura, presto per dire se saremo i rivali

Bella vittoria dei giallorossi contro il Palermo, la giusta risposta dopo la beffa in Europa League contro l'Austria Vienna. Ora la Roma ha Milan raggiunto e  e si è portata a soli due punti dalla Juventus, Spalletti ha espresso la sua soddisfazione ai microfoni di Mediaset Premium: «E’ stata una bella vittoria, abbiamo sfruttato quest’occasione per guadagnare qualche punto dalla vetta. Era fondamentale dare seguito alle precedenti vittorie in campionato ma ogni tanto vedo troppa tensione. I giocatori sentono questa pressione di dover far bene da subito ma nel complesso hanno fatto bene. Nella ripresa abbiamo fatto molto bene, nel primo tempo potevamo fare di più sotto il profilo della cattiveria. 23 gol fatti in 9 giornate? Sì ma dipende chi li fa, se li fa un solo giocatore non è un bene, il fatto che li abbiano fatti diversi giocatori è un dato che dà importanza al valore del collettivo. Noi l’anti Juve? E’ presto per dirlo, le squadre devono ancora trovare una quadratura, il passo del campionato dobbiamo ancora prenderlo: dobbiamo portare a casa i risultati come abbiamo fatto stasera. Il Milan ha fatto un bellissimo risultato contro la Juve, smettiamola di dire che sono una squadra giovane e che non merita di stare lì. E’ allenata da un grande mister e ha tutte le carte in regola per dire la sua in questo campionato. La svolta dopo la sconfitta contro il Torino? Lì avevamo fatto male, la nostra base è superiore a quella fatta vedere in quell’occasione lì: in questi casi c’è anche una presa di posizione dei giocatori che vogliono dimostrare di essere migliori. Ma questo è un ambiente in cui non si riesce a crescere in maniera tranquilla perché la vittoria manca da molto. Un esempio è Emerson Palmieri che è un buon giocatore e sono convinto che quando andrà via da qui per andare a giocare con più continuità farà vedere tutto il suo valore. Qui non è riuscito ad esprimere tutte le sue qualità. Fazio e Paredes due titolari in più?Hanno giocato spesso, noi abbiamo 23 titolari, giochiamo ogni tre giorni e dobbiamo mettere in campo sempre una squadra di qualità»